1 1

SNVIl format per il Rapporto di Autovalutazione (RAV) è stato elaborato dall'INVALSI con il supporto e la supervisione del Gruppo Start Up (MIUR, INVALSI ed esperti esterni), costituito presso il MIUR ed è il frutto di un lungo percorso di ricerca e sperimentazione che parte dal 2008 e passa attraverso alcuni progetti (Valutazione e Miglioramento, VSQ e VALES).

Il format diffuso attualmente prevede che gli istituti debbano analizzare il contesto in cui operano:

  • popolazione scolastica
  • territorio e capitale sociale
  • risorse economiche e materiali
  • risorse professionali
  • gli esiti dei loro studenti (i risultati scolastici, ma anche quelli delle prove standardizzate, le competenze chiave raggiunte)
  • i processi di organizzazione e gli ambienti di lavoro (dalla predisposizione e progettazione della didattica alla predisposizione degli ambienti di apprendimento, passando per l'integrazione con il territorio).

Per elaborare il RAV e per le successive fasi del procedimento di valutazione, le scuole si dotano di un'Unità di Autovalutazione (UAV), costituita dal Dirigente scolastico e da altri membri dell'Istituto.  

L'I.C. "A. Balabanoff" intende porsi nel territorio come importante punto di riferimento socio-culturale e polo di aggregazione giovanile. I punti di forza della qualità dei servizi offerti dall'Istituto sono:

  • Organico stabile
  • Moduli orari flessibili
  • Ampia flessibilità nell'organizzazione didattica dei curricoli
  • Facilità nel contattare i docenti
  • Incontri e conferenze organizzate dalla scuola per i genitori su tematiche giovanili o legate alla formazione
  • Ampi spazi esterni multifunzionali
  • Possibilità di utilizzare i locali della scuola anche in orario extracurricolare
  • Flessibilità d'orario degli uffici amministrativi.

Strumenti di verifica

Per ogni attività svolta all'interno della Scuola, vengono attivati strumenti di verifica e di valutazione, per verificarne l'efficacia e la congruenza con gli obiettivi e le finalità espressi nel POF.

Sono predisposte:

  • Schede di autovalutazione dei singoli progetti, per un'analisi qualitativa degli stessi.
  • Un questionario sulla valutazione di qualità del servizio scolastico da parte dei genitori degli alunni.
  • Un questionario di valutazione dell'attività didattica ed organizzativa per i docenti.
  • I risultati vengono portati a conoscenza del Collegio dei Docenti e del Consiglio d'Istituto e messi, quindi, a disposizione dell'utenza.

FileDimensione del File
Scarica questo file (Bilancio sociale 2018.pdf)Bilancio sociale 2018551 kB